VITAMINA B17 + RESVERATROLO FINO A 80 CAPSULE

La vitamina B17 è un conosciuto antiossidante contenuto naturalmente nelle noci delle albicocche e mandorle. Agisce beneficamente sulla salute, sulla circolazione e sull’intera revitalizzazione dell’organismo.

Nella sistematica ricerca dell’influenza dei vari integratori alimentari all’organismo, come per esempio del prodotto Golden Yacca, siamo arrivati alla conclusione che nessun elemento può causare dei cambiamenti positivi nell’organismo da solo. Similmente anche per guarire qualsiasi malattia di solito non basta una medicina sola. Di solito si tratta di una combinazione di più medicine e tramite la loro interazione si raggiunge l’effetto voluto. Cosi’ siamo stati molte volte  testimoni del fatto che lo studio di molti elementi da soli  ha  rivelato  i  risultati  completamente  diversi  che  lo  studio  degli  stessi  elementi  in combinazione. Quando abbiamo cominciato a prendere in considerazione la produzione di un prodotto preventivo ed efficace nell’ambito degli integratori alimentari la scelta è caduta sugli antiossidanti che vanno di moda e sono molto amati. Tra loro ci hanno colpito due parallelamente presentate sostanze ­ l’amigdalina (la vitamina B17) e resveratrolo. Entrambe sono antiossidanti ed a tutte e due si attribuiscono varie caratteristiche positive ma nessuno le ha mai presentate nello stesso prodotto. Siamo giunti alla conclusione che è un peccato che sul mercato ci siano vari prodotti contenenti la vitamina B17 ma pochi conteneti lo resveratrolo e nessuno che li contenesse tutti e due insieme. Tuttavia i distinti studiosi scientifici come per esempio Prof. RNDr. Anna Strunecká, Dr. Sc. e Prof. RNDr. Jiří Patočka, Dr. Sc. nella loro eccezionale pubblicazione “Doba  jedová“  (“Era  Velenosa”) elencano alte qualità del resveratrolo. Secondo loro nell’ organismo umano lo resveratrolo agisce su più livelli. Se studiamo la numerosa letteratura farmaceutica scopriamo che ha specialmente un effetto antiossidante, antinfettivo, antinfiammatorio, antitumorale   e   cardioprotettivo.   Preziose   sono   specialmente   le   sue caratteristiche cardioprotettive ed oncostatiche che classificano resveratrolo tra le sostanze che aiutano nella lotta contro le malattie della civilizazzione. Gli studi indicano la sua capacità unica di agire contro il cancro in tutti gli stadi della crescita tumorale. Pur solo fugacemente studiando la letteratura  scientifica  sul  resveratrolo  (quando  è stato pubblicato questo articolo solo nel database medica PubMed c’erano 3885 studi di resveratrolo) possiamo arrivare alla conclusione che è quasi una medicina universale, la mitica panacea dalla mitologia greca. Gli studi degli autori cinesi pubblicati nella rivista Journal of Radiation Research perfino certificano che lo resveratrolo protegge l’organismo anche dalle radiazioni. Sembrerebbe che la scienza di oggi prova l’utilità della azione del resveratrolo nel mantenimento della salute e prevenzione delle malattie della civilizzazione.

 

Lo scienziato messicano Francisco Contreras, M.D. del Oasis of Hope Hospital punta sui vantaggi dell’uso della vitamina B17 (l’amigdalina) e la sua azione benefica nell’organismo come risultato dell’ azione congiunta degli enzimi proteolitici pancreatici, immuno­stimolanti, vitamine e preparati minerali. L’amigdalina (B17)  è un agente trovato in più di 1200 piante, particolarmente nei semi della frutta come l’ albicocca, la pesca, la prugna e la mela. Dopo alcuni anni è stato provato che l’amigdalina è assolutamente sicura e atossica. Le cellule normali nel nostro corpo contengono l’enzima chiamato rodanese, il quale neutralizza l’amigdalina. Questo enzima non permette all’amigdalina di rilasciare il cianuro.

In questo modo l’amigdalina serve solo come glucosio alle cellule sane fornendogli l’energia. Quando l’amigdalina attacca le cellule malate viene trasformata in silicato che è molto simile all’ aspirina. Questo contribuisce molto al controllo del dolore. Centinaia di studi condotti dai numerosi scienziati competenti in tutto il mondo ci da la completa sicurezza che il B17 non è pericoloso.

Basandoci su questi fatti abbiamo deciso di propagare questi due eccezionali elementi insieme all’aspettativa  di  positivi  effetti  preventivi  sull’organismo  come  intensificazione  degli effetti antiossidanti. Un grande svantaggio dell’utilizzo preventivo di qualsiasi elemento è che l’effetto si vede solo dopo un lungo periodo dell’uso. Molte persone sono impazienti e vorrebbero vedere i risultati subito. In generale vale la regola che la prevenzione è migliore e più efficace che qualsiasi cura data dopo il manifestarsi degli effetti negativi della malattia.

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

X